Parole vincenti

Alcune parole sono considerate vincenti perché riescono a parlare alla mente di una persona in modo positivo.
Le parole giuste possono aiutare a sentirci meglio, possono rafforzare le motivazioni e la voglia di migliorare.
Inoltre, ci aiutano a superare gli ostacoli psicologici.
Eccoti qualche parola che al Tuo posto, fare mia:
* IO: è la parola giusta per ritrovarsi subito al centro della scena, aiuta a riscoprire l'importanza di quello che si è e che si sente.
Una riscoperta della centralità di se stesso che fa aumentare fiducia e autostima, con un'identità definita, forte e sicura diventa più facile perseguire qualsiasi obiettivo;
* REALIZZABILE: bisogna pensare al proprio obiettivo come a qualcosa di concretamente realizzabile, possibile, vicino e concreto.
* ORA e ADESSO: oggi e non domani. Le parole vincenti ORA e ADESSO, ci aiutano a pensare al presente e non perdere il momento giusto per fare qualcosa per sé.
* PIACERE/PIACERSI: è uno dei motivi principali per cui gli esseri umani fanno qualcosa.
Le persone voglio piacere di più agli altri, migliorare la propria immagine, sedurre.
Piacere è un obiettivo e una parola chiave. Un'altra parola vincente è piacersi (cioè piacere a se stessi), al di là del giudizio degli altri.
* CONTROLLO: è una parola molto positiva quando significa padronanza di se stessi e capacità di scelta.
Se si è capaci di controllarsi, si può dominare qualsiasi cosa.
* LIBERTA': è una parola chiave a cui pensare.
Liberi di fare il lavoro che ci piace di più; di andare dove vogliamo; di gestire la propria vita come si vuole; di poter indossare abiti più belli; liberi di sentirsi a proprio agio fra gli altri. Ecc.
Fai diventare queste parole la colonna sonora della Tua vita...
Un abbraccio
Giancarlo Fornei
Formatore Motivazionale & Mental Coach
"Il Coach delle Donne"

Commenti

Stefano R. ha detto…
Nonostante le parole vincenti che spesso mi ripeto, c'è un dubbio che purtroppo mi attanaglia : voglio riuscire bene in più di un'attività e temo che questa sia la via alla mediocrità.

Il problema dell'avere troppi interessi senza portarne nessuno a fondo, conoscendo un po' di tutto senza riuscire a dominare una specialità.
Caro Stefano,
hai definito molto bene il tuo problema:

Vuoi fare troppe cose!

Scegline una e portala a termine...

Nel mercato del lavoro di oggi, la Specializzazione, la capacità di far bene una cosa, è merce rara.

Troppi generici, troppe persone che sanno fare di tutto, senza saper fare bene... nulla!

Fidati di me: domandati in cosa sei vermante bravo.

Adesso, impegnati a fare quella cosa allo stremo, sino a quando non sarai diventato il più bravo in assoluto nel tuo settore.

Un abbraccio