L'elenco delle cose belle

Oggi rispondo ad Angela, una cara amica della mailing list che mi ha scritto l'email qui sotto.

L'email di Angela
"Gentile Giancarlo, sono capitata casualmente sul Suo sito.

Ho 24 anni e soffro di ansia e attacchi di panico da molto tempo. Sono in terapia da una psicologa, ho preso farmaci per molti anni e ora prendo solo qualche goccia nel momento del bisogno.

Vorrei essere ottimista, non aver paura della paura, vorrei avere le endorfine in giro per il mio corpo.

Invece faccio solo pensieri brutti, ho paura che mi possa venire l'ansia e mi viene, ho paura di sentirmi soffocare ed ecco che la gola si chiude.

Ma se la mia mente è così forte da far accadere tutto ciò di cui ho paura, perchè non è altrettanto forte per farmi stare bene e pensare positivo?

Qual è il metodo giusto?

Ho 24 anni e non mi sto godendo la vita.
Come si diventa ottimisti? Come posso avere fiducia in me stessa?

Mi scusi per lo sfogo, grazie per l'ascolto".
Angela

------------------------------------------------------------------------
------------------------------------------------------------------------

Cara Angela,
la mente umana è fantastica e al tempo stesso, terribile.
Il segreto è riuscire a governarla, ma c'è un problema: per la mente, è molto più facile focalizzarsi su tutto ciò che è negativo, anziché su ciò che è positivo.
E come se ci fosse una sorta di calamita gigante, che attira in automatico nella nostre mente le cose brutte e per la Legge di Attrazione, quello che la nostra mente pensa, si materializza, prende forma.

  • Sulla Legge di Attrazione, guarda questo mio video, ti aiuterà a capire il processo, a questo link.

Ecco perché per te, e per qualsiasi altro essere umano di questa terra, è molto più facile "far accadere tutto ciò di cui hai paura", mentre è molto più difficile concentrarsi e ottenere le cose belle, le cose piacevoli e positive.

Questo nostro modo di pensare in negativo, è quasi sempre è un problema di retaggio mentale: credenze e convinzioni che ci sono state trasferite da nostri genitori, nonni, zii, fratelli, sorelle, ecc.

Insomma, dalla nostra famiglia di appartenenza.

Evita di pensare che lo abbiano fatto apposta per affossarti e volerti male: questo modo di pensare è stato inculcato a loro volta, e la ruota gira.

Devi spezzare questo meccanismo perverso, devi avere la forza di invertire il modo di pensare della tua mente che, come dicevo, va in automatico a pensare alle cose brutte, alle paure più nascoste, materializzandole.

Ti offro due brevi e semplici consigli, ma ti avverto: devi praticarli con costanza e perseveranza, altrimenti, non funzioneranno:


Consiglio n° 1.
Crea l'elenco delle tue cose belle.

Pur con tutti i problemi e dispiaceri di questo mondo, sono convinto che anche tu hai delle cose belle intorno a te.

Possono essere delle cose banali come un gatto, un cane, l'andare in bicicletta, oppure qualcosa di più profondo, come un figlio cui vuoi un bene dell'anima.

  • Acquista un diario, Angela, e butta già un elenco di almeno dieci cose belle che hai intorno a te.

Per esempio, nel mio elenco ci sono Sebastian e Mattia (i miei figli), il lavoro che faccio, il fatto che aiuto tante persone, la passione per il giardinaggio, ecc.

Butta giù il tuo fantastico elenco delle cose belle e tienilo sempre a portata di mano.


Consiglio n°2.
Ogni volta che pensi in negativo, prendi l'elenco e leggilo a voce alta.

Porta con te il diario ed ogni volta che noti che stai per ricadere nel tuo modo di pensare in negativo, apri il diario e "nutri la tua mente" dei pensieri positivi che vi hai scritto.

Leggi ad alta voce (se non puoi, va bene anche dentro di te) le dieci cose belle che hai, più volte, sino a quando non noti che i pensieri negativi cominciano a lasciare il posto alle cose belle.
La strategia è semplice ma efficace: sostituire i pensieri negativi con altri pensieri, ma questa volta, positivi.
Del resto, se tu non fai uno sforzo attivo di pensare a qualcosa di bello, lei, la tua mente, lo farà in automatico e si focalizzerà, sempre di più, sulle cose brutte.

Volendo, puoi anticipare la tua mente e cominciare a nutrirla di cose belle, in modo che sia più facile per lei decidere di focalizzarsi sulle cose belle anziché su quelle brutte.

Fai in questo modo: la sera prima di andare a letto, addormentati con il diario in mano, rileggendo più volte l'elenco delle cose belle che hai.

Inoltre, ogni volta che ottieni una nuova cosa bella, aggiungila nel tuo elenco.

Insomma, batti la tua mente!
Rendile la vita impossibile!
Dille ripetutamente quello che di bello hai!
Usa i due consigli insieme: fai l'elenco delle cose belle e poi ripetilo tutte le volte che puoi.

Un abbraccio

Giancarlo Fornei
Formatore Motivazionale, Scrittore & Mental Coach
"Il Coach delle Donne"

ps
vuoi leggere un ebook che ti aiuterà tantissimo a migliorare il tuo modo di pensare? Clicca qui


  

Commenti

Marco ha detto…
E' una tecnica che funzione, l' ho già applicata su di me. Avvolte quando sembra che le cose vadano male è buona abitudine prendere un pezzo di carta, ritirarsi in un luogo tranquillo e pensare alle cose positive che ci circondano. La cosa bella di questa buona abitudine è che lo stato di negatività se ne va via perchè impariamo a cambiare il nostro focus. In un libro che lessi circa anni fa di A. Robbins era trattata una tecnica molto simile ( quella che conosco ) riguardo il cambio di focus: si può essere più lucidi se potenziamo il nostro problem solving e quindi impariamo a soffocare sul nascere tutte le emozioni legate a insicurezza e paura. Infondo basta ricordarsi un semplice aneddoto: ' siamo più fortunati di quanto ce ne rendiamo conto '. Fare un elenco di cose belle che ora fanno parte della nostra vita ci rende persone più sicure che sorridono alla vita.
Lieto di sapere che la tecnica ha funzionato anche con te...

un abbraccio, Marco, e continua a seguirmi...