Tenete lontano i vostri bambini dalla televisione e nutrite le loro menti

Mi capita spesso di parlare con genitori giovani, cui sono solito consigliare di tenere lontani i propri bambini dalla televisione.

Il motivo è presto detto: la televisione rimbambisce i grandi, figuriamoci i bambini.

Nella mia esperienza di coach e di formatore, ho scoperto che non soltanto gli adulti possono compiere cose straordinarie, ma lo possono fare anche i bambini.

Certo, dobbiamo "nutrire le loro menti" di cose belle e insegnar loro a "fare cose straordinarie".

Ma i bambini sono fantastici, sono capaci di performance favolose e di meravigliarci ogni giorno con le loro scoperte e la loro capacità di apprendimento.

Il modo migliore, dunque, non è certamente quello di permettergli di guardare ore e ore di televisione.

Fidatevi di me: teneteli lontani dalla televisione e lanciate loro delle sfide mentali e fisiche!

Nulla di trascendentale, ci mancherebbe, i bambini, alla loro età, devono giocare e non, fare come qualche genitore pretende, i geni.

Stimolate i vostri figli con giochi mentali e fisici, fateli sorridere, nutrite la loro autostima e tenete aperta la loro mente.

Teneteli lontano il più possibile dalla televisione e aiutateli a "crescere", sia fisicamente  sia mentalmente.

Aiutateli a "pensare", sin da piccoli, in maniera positiva, a fare delle piccole cose straordinarie.

Quando saranno grandi, vi ringrazieranno.

E se proprio volete fargli guardare la tv, scegliete dei programmi educativi intelligenti.

Un abbraccio

Giancarlo Fornei
Formatore Motivazionale, Scrittore & Mental Coach
"Il Coach delle Donne"

Giancarlo Fornei è autore di Pensiero Positivo per Bambini e Penso Positivo

Commenti

Traveler ha detto…
Parole sante!
Samuele* ha detto…
lo consiglio sempre anch'io di evitare di guardare la telivisione , annebbia le menti , spegnendo le capacità mentali più creative!
Recenso ha detto…
D'accordissimo con te. Proprio oggi dicevo su un social che uno dei compiti dei genitori è quello di insegnare ai figli ad usare il cervello, senza lasciare che sia la tv ad educarli e dirgli cosa pensare.
Grazie "Recenso", lieto che tu sia in accordo con me...

e continua a seguirmi su questo blog

un abbraccio