Una bella serata pensando in positivo

Ieri sera si è svolta la mia conferenza su Autostima & Pensiero Positivo alla Trattoria da Pucci, a Strettoia di Pietrasanta, in Versilia (Toscana).

Molte le persone intervenute. A dire la verità non le ho contate, ma mi hanno assicurato che le sedie predisposte erano 60, in più ne sono state aggiunte al volo altre due o tre.

La cosa più bella è che ho visto tantissime facce nuove, che non conoscevo personalmente, ma che ho poi scoperto essere anche iscritte alla mia mailing list: come Laura di Massa, giunta con il Suo ragazzo ed un’amica.

O come un altro amico iscritto nella mailing list di Pontedera, con cui mi scuso per non aver messo a fuoco il Suo nome. E poi dicono che le email sono impersonali…

L’altra cosa bella è che le persone arrivavano un po’ da tutte le parti della Toscana: oltre a località vicine come Querceta e Pietrasanta, anche da La Spezia, Pontremoli, Massa, Viareggio, Pontedera, Prato, Lucca, ecc.

Inoltre, mi ha fatto la piacevole sorpresa di essere presente anche il buon Alessandro Viti e la Sua compagna Graziella. Alessandro, come me, si diverte a scrivere ed è un autore della Bruno Editore. Mi ha fatto veramente piacere la Sua presenza. Chissà che non si riesca ad organizzare qualcosa in quel di Pontremoli.

Ma ho rivisto molto volentieri anche tanti miei Clienti, come Raniero e la Sua dolce e gentile compagna. Carletto ed un gruppo simpaticissimo di ragazzi di Pontedera: Edi, Michela, Stefania, Alessandro e Fabio. Come Barbara, Simonetta, Federica, Iolanda, Claudia e Marina, che per l’occasione si è pure portata dietro il figlio adolescente.

Per non parlare di giovanissime fanciulle conosciute oltre cinque anni orsono all’Alberghiero di Marina di Massa, mentre insegnavo comunicazione nella Terza Area. Mi ha fatto veramente piacere scoprire che Sonia, per esempio, non mi ha dimenticato ed anzi, ha continuato a “seguirmi” anche fuori della scuola e si è portata dietro anche due amiche della palestra di Viareggio dove lavora.

Ho aperto la serata ringraziando mamma Angella e Nicoletta, le due squisite padrone di casa che mi hanno gentilmente ospitato. Tra le altre cose, approfitto per ricordare che da loro si mangia veramente bene, tre cose su tutto: fatevi fare i tortelli, rigorosamente a mano da mamma Angella, i dolci originali di Nicoletta e la tagliata.

Non ditelo a nessuno, ma ieri sera, prima della conferenza sono stato loro ospite e mi sono gustato una tagliata con la rucolina ed il parmigiano da leccarsi le dita.

Abbiamo parlato dell’autostima e di come si crea. Di pensiero positivo e di motivazione. Ma anche di credenze e di convinzioni.

Ho raccontato loro come si forma un’abitudine (simile ad una nuova conoscenza) e quanti giorni in media ci vogliono per formarne una nuova (almeno 21 giorni).

Ho spiegato che cosa fa principalmente il loro cervello: cancella la negazione non, prende ogni comando alla lettera e non è in grado di distinguere tra qualcosa semplicemente immaginato o di reale.

Ma abbiamo parlato anche di come, purtroppo, incidano gli altri nella costruzione della nostra autostima. La famiglia e la scuola sono i due maggiori pilastri, dove una persona sviluppa o annienta la Sua autostima. Ma vorrei evitare di colpevolizzare tutti i genitori, spesso fanno e dicono delle cose solamente a fin di bene, o almeno è quello che loro credo di fare.

Abbiamo riso e scherzato quando ho raccontato loro delle mie disavventure come “venditore di candele per i preti e dell’aspirapolvere della Folletto”.

Abbiamo sdrammatizzato quando ho raccontato degli errori commessi durante il mio servizio militare e, soprattutto, della mutazione genetica che mi ha creato dei gravi problemi di salute nel 1999.

Mi sono raccomandato di nutrire la loro mente tutte le sere, prima di addormentarsi.

Ripetendosi il Mantra che ho regalato a tutti i presenti e costruendosi una bellissima immagine di come vorrebbero che fosse la loro giornata il giorno dopo.

Ho raccontato loro di come due parole magiche possano fare la differenza: IO POSSO.

Di come debbano focalizzarsi sempre e soltanto, sulle “cose che vogliono” e non su quello che non vogliono.

Abbiamo parlato di come alimento costantemente al mia autostima con le leve della passione e dell’entusiasmo ed ho invitato tutti a “volersi maggiormente bene”. A piacersi per quello che sono e non per quello che vorrebbero essere.

Insomma, è stata una bellissima e fantastica serata all’insegna del pensiero positivo. Spero di essere stato utile e capace di far capire ad ognuno dei presenti, che le uniche persone di cui debbo temere, sono LORO STESSE.

Se ci mettono impegno, costanza e buona volontà. Anche loro posso avere un’Autostima con la A maiuscola. Devono solo crederci ed alimentare continuamente il loro cervello di cose belle e positive.

Ho ricevuto molti complimenti, ma quello che mi è piaciuto di più è stato di una simpaticissima e giovanissima ragazza delle ultime fila che venendomi a salutare mi ha detto:

“E’ stata una carica energetica continua. Grazie per la passione che ci ha messo”.

Approfitto per ricordare a tutte le amiche ed amici del blog, che martedì 16 dicembre sarò nuovamente alla Trattoria da Pucci con una conferenza dedicata all’Allenamento Mentale per gli Sportivi. Vi aspetto numerosi, come ieri sera.

Di nuovo grazie a tutte le persone presenti e Le invito a lasciarmi un commento sulla conferenza su questo blog.

Giancarlo Fornei
Formatore Motivazionale & Mental Coach
“Che aiuta le persone ha raggiungere un obiettivo in 5 passi”

Autore di PENSO POSITIVO

PS.
Se qualcuno di Voi vuole organizzare una delle mie conferenze nella Sua città, mi contatti a quest’email info@giancarlofornei.com

Commenti

Anonimo ha detto…
Confermo che la serata è stata molto piacevole e GRAZIE DI CUORE GIANCARLO perchè con le tue parole riscegli veramente le risorse delle persone.
Io ti sento parlare e dentro di me sento la sicurezza.
GRAZIE
Laura
Cara Laura,
cerco di metterci sempre un pò di passione ed entusiasmo.

Le Tue parole sono molto belle, grazie. Mi fanno veramente piacere riceverle, nonché sapere che Ti trasmetto sicurezza.

Un abbraccio
Anonimo ha detto…
Piacevolissima ed interessante conferenza, come le altre a cui ho partecipato.
In vari anni di conoscenza, non mi stanco mai di ascoltare i tuoi consigli ed i tuoi suggerimenti; per me molto validi e preziosi.
Non ti ringrazierò mai abbastanza per l'aiuto che mi hai dato e che mi dai.
Spero di poter continuare a lavorare con te ed apprezzare insieme la mia crescita ed i miei miglioramenti.
Anche la mia amica Alessia è rimasta entusiasta della serata.
Grazie
Claudia
Grazie per il commento, Claudia, e ben lieto di esserti stato di aiuto.

Ad ogni modo, io Ti ho solo aperto qualche finestra, Tu hai fatto il lavoro più faticoso, impegnandoti a tenerle costantemente aperte.

Salutami Alessia è stato un piacere conoscerla.

Un abbraccio ad entrambe e Vi aspetto martedì 16 dicembre con la conferenza sull'Allenamento Mentale nello Sport.