Il Pensiero Positivo batte la Legge di Murphy


Che “pensare in positivo” sia utile ed importante per vivere meglio, lo affermo da una vita, dal lontano 1999, da quando ho cominciato a scrivere. Da allora, mi hanno detto di tutto, persino che ero un “marziano” o un “sognatore folle”.

Oggi, ho una ragione in più per parlarti del pensiero positivo e della sua potenza: ho sconfitto una delle più importanti leggi di Murphy.

La Legge di Murphy è un insieme di detti popolari nella cultura occidentale, a carattere ironico e caricaturale. Il fortunato autore del codice murphologico è un signore chiamato Arthur Bloch e negli Stati Uniti, la Legge di Murphy è talmente famosa che, come riporta Wikipedia, l'enciclopedia libera della rete, ha persino trovato posto nel Funk and Wagnalls Standard College Dictionary.

Il primo e più importante assioma della Legge di Murphy, ha praticamente dato il titolo al codice e dice testualmente: “Se qualcosa può andare storto lo farà”. Pur essendo impostate in maniera ironica, molte persone conoscono le leggi di Murphy e purtroppo, sanno molto bene che spesso, per non dire sempre, accadono.

Ma veniamo per gradi. La scorsa settimana, dopo l’uscita del mio libro motivazionale in formato elettronico PENSO POSITIVO edito da Giacomo Bruno Editore, a cui invio il mio più sentito ringraziamento per la fiducia che ha risposto in me e l’opportunità che mi ha dato per divulgare questa filosofia, che un po’ mi appartiene, essendone un teorico e cultore, ho deciso di accettare l’invito di Massimo Binelli – noto giornalista locale - a partecipare alla sua trasmissione di approfondimento “La Pulce nell’Orecchio”, in onda su Teleriviera, una televisione storica di Massa che copre molto bene tutta la fascia costiera della Toscana, da Livorno alle porte di La Spezia.

Martedì 11 marzo, alle 21 mi presento puntuale negli studi di Teleriviera e Massimo mi viene incontro un po’ trafelato, dicendomi che forse non si potrà andare in onda. Nel tardo pomeriggio erano, infatti, successe una serie di problematiche, una dietro l’altra e data l’ora tardi era difficile porvi rimedio.

Il computer della messa in onda era saltato, quello di scorta si era inchiodato e, per giunta, l’operatore esperto, che avrebbe dovuto fare le riprese televisive era sparito. Non Ti nascondo che in televisione mi hanno anche guardato un po’ storto e sono certo che tra loro si saranno posti la domanda“stai a vedere che questo porta sfiga?”

Personalmente ero tranquillo e certo che non soltanto la trasmissione si sarebbe fatta, ma che sarebbe anche andata bene. Infatti, è andato tutto meravigliosamente bene. Siamo andati in onda e sono anche arrivate le telefonate di conferma che la trasmissione è piaciuta. Con Massimo abbiamo parlato di tantissimi argomenti: di comunicazione e di vendita, ricordando i momenti un po’ arditi della mia giovinezza quando ho cominciato a vendere Folletto e le candele ai preti (a dire il vero con scarsa riuscita). Di motivazione umana e di pensiero positivo; con una parentesi dedicata all’importanza di avere autostima e di come l’attuale scuola italiana non crei assolutamente autostima nei ragazzi, anzi, spesso la distrugge.

Insomma, il tanto vituperato PENSIERO POSITIVO ha battuto alla grande una delle più ostiche Leggi di Murphy. Alla faccia del Sig. Murphy. Sono soprattutto contento per tutte quelle persone che hanno poca fiducia in se stessi e pensano di non riuscire mai nel corso della propria vita. Ho dimostrato loro che “pensare in positivo” aiuta realmente e mi auguro che il mio ebook possa essere letto da moltissime persone, ed essere di stimolo a cambiare il proprio modo di pensare e cominciare, finalmente, a credere maggiormente nelle proprie capacità. Credimi, pensare in positivo ha aiutato me ed aiuterà anche Te. Ne sono certo.

Per quanto riguarda la trasmissione, a giorni (dopo che saranno ripristinati i computer) sarà disponibile il video su Google Video e troverai sicuramente il link di collegamento sul mio sito. Nel frattempo, gustati la recensione che Massimo Binelli ha fatto sul suo Blog e sul quotidiano La Nazione.

Chiudo con una delle frasi che mi piacciono di più, di Edmund Spenser: “E’ la mente che ti fa essere buono o cattivo, che ti rende misero o felice, ricco o povero”. Ed io aggiungo: Se riesci a cambiare il Tuo modo di pensare, cambierai in meglio anche la Tua vita.

So bene che non è facile, ma che cosa stai aspettando? Un invito ufficiale?! Datti una mossa e fammi conoscere il Tuo parere lasciando un post.

Giancarlo Fornei
Formatore Motivazionale & Personal Coach

PS. Se vuoi cominciare a cambiar il Tuo modo di pensare, leggi il mio libro motivazionale PENSO POSITIVO, lo trovi ciccando qui.

Commenti

Anonimo ha detto…
quello che stavo cercando, grazie